Silverstone, dopo 24 anni ritorna la MotoGP

Il circuito di Silverstone

I primi amori, si sa, non si dimenticano mai. La MotoGP, questo weekend, torna in pista a Silverstone, 24 anni dopo l’ultimo gran premio disputato sullo storico tracciato inglese. Un circuito che ha ospitato alcune delle gare più belle di sempre, con sfide mozzafiato tra campioni del calibro di Barry Sheene, Kenny Roberts e Wayne Gardner. 5.902 metri da adrenalina pura, con pieghe da paura e curve a oltre 200 km/h. Lorenzo proverà ad allungare in classifica su Daniel Pedrosa, staccato di 25 punti. Il pilota della Honda ufficiale, reduce dal trionfo al Mugello, è in ripresa e sembra aver imboccato la giusta direzione. Di sicuro sarà un testa a testa con il pilota della Yamaha, a colpi di staccatone e giri record. Occhio anche alla Ducati, con Casey Stoner. Sul veloce circuito inglese la rossa di Borgo Panigale può fare molto male. Ci sarà da aspettarsi l’australiano alla ribalta, in crisi d’identità dall’inizio del campionato, ancora a caccia del primo podio. Possibile outsider, Andrea Dovizioso, terzo al Mugello, a Le Mans e all’esordio in Qatar.
Il circuito di Silverstone, l’unico al mondo che ospita Formula 1, Motomondiale e Superbike, è situato nei pressi dell’omonimo paese, poco più di 2.000 abitanti, nella contea del Northamptonshire. La MotoGP, dopo aver disputato il GP d’Inghilterra per 23 stagioni a Donington Park, quest’anno torna a Silverstone per la prima volta dal 1986. Non si tratta tuttavia dello stesso tracciato di allora dato che, per adeguarsi agli odierni standard di sicurezza e di accoglienza, è stato recentemente oggetto di profonde modifiche e ristrutturazioni per quanto riguarda la pista, i box, tutte le infrastrutture e le tribune. Il nuovo Silverstone è stato ufficialmente inaugurato il 29 aprile 2010. La pista promette di essere una delle più veloci e spettacolari del calendario iridato. Di sicuro ci sarà da divertirsi, quando domenica, alle 14, si spegneranno i semafori.
Il grande assente sarà naturalmente il campione del mondo in carica Valentino Rossi Il pilota di Tavullia continua la rieducazione, dopo la frattura alla gamba rimediata al Mugello. Il team Fiat Yamaha, intanto, ha scelto di non schierare un sostituto in Inghilterra e in Olanda. Sarà costretto a farlo, però, a Barcellona, dal 2 al 4 luglio. Glielo impone il regolamento.

Vincenzo Bonanno

  • Calendario

    • dicembre: 2019
      L M M G V S D
      « Mag    
       1
      2345678
      9101112131415
      16171819202122
      23242526272829
      3031  
  • Cerca